`
Pagina 1 di 11
`
  • Informazioni

    Home


    Per votare Clikkare sule stellette della poesia per esprimere il voto - clikka il titolo per commentarla o votare

    Per inserire una Poesia Clikkare inserisci una tua poesia ed attendere l'approvazione per vederla online

    DEDICA una poesia e inviala per mail a chi desideri ma ricorda di mettere a chi a dedichi


  • Pagine
  • Poesie Recenti
  • Commenti recenti
  • Categorie
  • Top Posts
  • Archivio
  • Categorie
  • Meta
  • 9 ottobre 2017

    Michele Impagnatiello

    A MIA MADRE

    Tutto amai di te, Madre, anche se ti ho appena
    conosciuto. Tu non appartieni più a questo mondo,
    sei di là in paradiso e già da tempo.

    Per credere che tu sia presente son venuto
    innanzi alla tua tomba, Madre, con gli occhi
    umidi, all’ombra dei cipressi, invocando il
    tuo nome col sol pensiero senza parlare.

    Così tu vivi in me, Madre, fra la luce dei miei
    occhi e Dio. Vorrei, Madre,per un istante scolpirti
    nel cuore, come io fossi l’ombra e tu la vita che
    mi donasti

    Un vento gelido, accarezza il mio viso, sotto quel
    grigio cielo, dove regna la pace eterna. Ma, gli
    anni Madre, gli anni della tua vita dove sono ?

    Non resta che il tuo nome. E’ vano, Madre, è vano
    chiedere perché il destino è stato così crudele per te.

    Alle mie labbra non resta che la parola: Mamma.
    Così alla sera, quando mi addormento ogni mio
    pensiero va a te che sei di lassù.

    2 ottobre 2017

    Michele Impagnatiello

    A GIOVANNA

    Nel silenzio dell’argento universo Giovanna la tua
    immagine, mi chiama, mi prende, mi conduce a te.
    Il cuore mi trema di quell’amore mai confessato,
    di parole senza tremito di voce.

    In questa mia solitudine,Giovanna il cui luogo
    ignoro, tu sembri esser distesa sulla mia ombra.
    Così tu vivi in me, fra il sentimento dell’anima
    e la passione del cuore.

    Stasera ci sarà la luna, a tenermi compagnia.
    Il cuore mi freme e l’ansia mi assale, intorno
    a me non c’è altro che silenzio.

    Eppure Giovanna, l’amore che ti guida,il sapermi
    solo, come solo io son, ti consola e ti rallegra.

    Non c’è giorno, Giovanna che i tuoi occhi non
    s’incontrano con i miei. Così alla sera quando
    ti addormenti il sonno mio sarà purè il tuo.

    A chi racconterò i sogni miei, Giovanna !
    se non alla luna. Ma non importa, io ti aspetterò,
    ti sognerò, io vivrò sol per te che sei il mio
    grande amore.

    Lasciami cullare, Giovanna questo sogno d’amore
    che vagheggia in te, e fa si che non si disperda e
    non si sciolga come neve al sole.