`
Pagina 1 di 11
`
  • Informazioni

    Home


    Per votare Clikkare sule stellette della poesia per esprimere il voto - clikka il titolo per commentarla o votare

    Per inserire una Poesia Clikkare inserisci una tua poesia ed attendere l'approvazione per vederla online

    DEDICA una poesia e inviala per mail a chi desideri ma ricorda di mettere a chi a dedichi


  • Pagine
  • Poesie Recenti
  • Commenti recenti
  • Categorie
  • Top Posts
  • Archivio
  • Categorie
  • Meta
  • 8 gennaio 2018

    4 (80%) 1 vote

    Michele Impagnatiello

    MALICONIA

    Nel silenzio della sera, sento il peso
    della malinconia, abbattersi come un
    ombra sottile, in cui gli occhi non
    vedono altro che il nulla.

    Il cuore freme, poiché la notte e buia e
    l’alba e lontana. Stanco e deluso, mi
    ritraggo, seguendo il corso dei miei
    pensieri come gli astri, seguono la notte.

    La mia anima è triste per questo che
    implora la morte, poiché il fato non mi
    da tregua, lacerando il mio cuore con
    spade e spine.

    Corro con la mente verso l’ignoto, dove
    non vedo altro che l’oscurità che mi
    spinge verso l’oblio.

    25 novembre 2017

    4 (80%) 1 vote

    Michele Impagnatiello

    CITTA’ DEL SUD

    E’ una calda sera d’estate, le stelle brillano nel firmamento, l’orologio del campanile scandisce il tempo, mentre le lancette del orologio segnano il passar delle ore.

    L’aurora è apparsa ad oriente, e illumina la città che lentamente si è risvegliata dal sonno della notte.

    I negozi hanno alzato le saracinesche, le commesse, hanno preso i loro posti, la città ha ripreso il ritmo quotidiano.

    Un vociferare di voci s’ode per le strade e nessuno s’accorge tra sospiri e affanni, ciò che accade tra la gente che fa fatica ad arrivare a fine mese.

    Sei lo specchio dei cittadini, offrì ristoro hai diseredati, e accogli a braccia aperte i profughi e i senza tetti che fuggono dalla guerra e dalla miseria.

    Vorresti farli felici tutti, ma la felicità è un sogno, che il più delle volte svanisce nel nullai, poichè manca il lavoro e l’uomo senza lavoro perde la dignità ?

    9 settembre 2017

    4 (80%) 4 votes

    Michele Impagnatiello

    VENTO DI TERRORE

    Un vento proveniente da lontano soffia
    sulla città che da un momento all’altro
    può cadere in un baratro,

    Esso porta lutti e distruzione, nel cuore
    dei cittadini, colpendo persone innocenti,
    con lo scopo di intimorire lo stato nazionale.

    Ma la liberta e un principio sacro santo
    che nessun essere umano può togliere,
    poichè essa è parte integrante della vita.

    Per questo che nessuno sa quale’è il suo
    destino. E’ ci si domanda perché tanta
    crudeltà nel cuore degli uomini !
    Se di fronte alla morte siamo tutti uguali ?

    6 settembre 2017

    4.3 (86.67%) 3 votes

    Michele Impagnatiello

    L’AMICIZIA

    L’amicizia, e la cosa più bella che ci sia al mondo, è la forza di due sguardi che s’incontrano l’uno nell’altro, di due cuori che si fondano nell’immensità d’ un sentimento che li leghi per la vita.

    L’amicizia, non da risposte per dubbi o timori, ma sa ascoltare e condividere sofferenze e successi.

    L’amicizia è come quel fiore che nasconde dentro di se la luce ,e grazie alla sua forza fiorisce intensamente.

    Il vero amico non giudica mai le decisioni sbagliate del proprio amico, ma lo aiuta a stimolarlo e a non cadere nei meandri oscuri della vita.

    L’amicizia è come l’aria che respiri, in essa si cela in modo velato l’amore, poiché l’amicizia e l’amore hanno la stessa radice.

    17 giugno 2014

    4.7 (93.33%) 6 votes

    Aurora

    Leggera l’aurora fiorisce nel cielo
    come delicata corolla di profumata ninfea
    si culla sull’acqua dello stagno nascosto nel bosco.

    Il blu della notte, all’orizzonte
    stinge in un pallido azzurro
    come velata veste di vergine sposa
    l’avvolge eterea
    da dove traspare
    promessa di dono prezioso.

    Profondo silenzio
    culla la fine del sonno
    accompagna nel limbo
    il sogno dorato
    fugace dolce ricordo
    libero fluttua nell’aria
    come bianca candida farfalla
    si libra e bacia fiori d’argento.

    Fresca brezza, nata dal mare,
    regala ai petali gocce di vita.

    Improvviso spunta dal nulla
    il disco infuocato del sole
    tingendo di rosso sfuggenti nuvole.

    Alla luce crescente
    l’aria traspare come cristallo
    distorcendo l’ombra delle piante del bosco
    l’usignolo nascosto sul ramo più alto
    alza il capo dal caldo protetto dell’ala
    donando all’aurora dolci note d’amore
    festante saluto in un nuovo risveglio
    su un regno coperto di fiori.

    Brunouk